lunedì 11 luglio 2011

Chi non muore si rivede

Mi spiace, lo so che sono sparita, lasciando un debito di 3-4 post su richiesta, peraltro.

È che il lavoro si è decuplicato, la sera sono troppo stanca anche solo per pensare, figuriamoci mettere in fila i pensieri.


Che poi, confessiamolo, i pensieri che riesco a partorire tra le 19 e le 23.30 della sera sono:

- Dovrei fare yoga ma non ne ho voglia
- Cosa mangio?
- Sto morendo di fame
- Dovrei telefonare a amici/parenti, ma ho troppa fame
- Certo che quello di The Mentalist è proprio figo.
- Forse un piatto di pasta? O un'insalata?
- Certo che però quell'attore deve essere un nano
- Miracoli dei registi
- Non c'è niente di decente in tv
- Però questo documentario sul pedofilo seriale americano alla fine è decente
- Meglio che vada a dormire, ma muovere già solo un dito mi affatica mortalmente, forse dormo sul divano
- No, devo struccarmi, se no mi si invecchia la pelle. (Aaah, l'estetica, il vero motore del mondo).

Ora, a parte averlo appena fatto, come posso scrivere una simile serie di stronzate sul mio blog?

Ed ecco una delle due ragioni per cui sono stata felicissima di ricevere un invito da S. E. Massimo Decimo Meridio il Grigliatore in persona, per la grigliata inaugurale del suo nuovo barbecue: ho potuto raccogliere un po' di materiale per alimentare la falda di questo mio piccolo pozzo.
L'altro motivo, inutile dirlo, è godersi una Grigliata Perfetta in ottima compagnia.

I legionari Ticket One, Supposta e la Sottoscritta si sono avviati alla volta di A. B. (ridente paesino non troppo distante dalla City) sotto un sole già canicolare, con cappa di afa e tutto il resto.
Siamo giunti seguendo i segnali di fumo che, a mo' di stella cometa, si innalzavano profumati al di sopra del giardino, e ad accoglierci con la famiglia e gli amici dell'Ispanico, l'immancabile Principessa (che sfoggiava un paio di orecchini meravigliosi).
Nonostante la caldazza che non ci abbandonava nemmeno a quelle altezze, tutta la nostra legione sudaticcia, armata solo di forchetta e coltello e con l'aiuto di abbondanti libagioni di birra e vino, ha sconfitto orde di costolette, di salamelle giganti, di grassi tomini, di bruschette ricoperte di colonne pericolanti di pomodorini, e ha anche respinto l'ultimo attacco portato dalla Macedonia.

Annientato il nemico, abbiamo salutato la vittoria con caffè e amari sventagliandoci all'ombra, e ognuno si è dedicato all'attività preferita. Chi si è messo a commerciare in gioielli (personalmente ho acquistato una collana/braccialetto realizzato dalla sorella della Principessa, per il quale ho già incassato moltissimi complimenti), chi a giocare a carte, chi ha vanamente cercato di smaltire parte delle calorie ingurgitate in una folle partita di calcio 2 contro 2 sotto il sole cocente. C'è anche stato un omaggio alle tradizioni celtiche con una partita di lancio del tronco (allo scopo ufficiale di recuperare il pallone incastrato fra i rami).

La famiglia Meridio è meravigliosamente ospitale, una brezza fresca, finalmente, ci teneva compagnia, ed è stato estremamente difficile rendersi conto che era l'ora di togliere il disturbo. Ma abbiamo minacciato di tornare presto a trovarli, e da veri eroi della grigliata, non se lo sono fatto ripetere e hanno prontamente raccolto la sfida.

Per concludere, un pubblico ringraziamento:

Al Grigliatore, per l'invito e per aver allegato alla e-mail una delle photoshoppate di cui vado più fiera, cioè la sua effigie; e perché è stata indubbiamente una Grigliata Perfetta.
Alla Principessa che è sempre di una carineria che non ci si crede.
A Mamma e Papà Meridio, che sono due fenomeni.
Alla Gioielliera che crea delle cosine originali e di ottimo gusto (devo farle un sacco di pubblicità, perché è veramente bravissima).
Alla Legione Brianzola tutta, per averci fatto passare una splendida giornata.
Infine, ultimi ma non meno importanti, grazie per la compagnia all'amico Ticket One e all'amico (posso definirlo "amico" dopo tre anni di "conoscenza"?) Supposta, compagni di viaggio sempre divertenti.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Unico rammarrico...non aver filmato il lancio del tronco!!! Quando poi per salvare la palla si incastrato tra i rami il tronco...mi veniva da piangere! E solo il lancio preciso da cecchino del GIF ha salvato capra&cavoli/ palla&tronchi...:)
La Principessa

Anonimo ha detto...

Ah...dimenticavo...non esiste storia epica senza qualcuno che la racconti...un grazie alla nostra giornalista/menestrella :) ! Bacio

La Principessa

the muffin woman pat ha detto...

il blog è tuo e ci posti quello che vuoi.:)

abbasso non avere tempo per le nostre cose, maledetti tempi moderni

Anonimo ha detto...

bella di Grigliatona!!
complimenti per la "perfetta" descrizione della giornata; vero, sarebbe stato carino ridere ancora con la ripresa del lancio del tronco.. :) l'importante è che la partita sia ripresa; grazie per l'invito ed all'epico Grigliatore
ciao
il Giff