lunedì 17 gennaio 2011

Solo una cosa

La carenza di tempo sta facendo dimagrire il mio povero blogghino, ma oggi per quanto presa non posso non scrivere una cosa:



Alla mia sorella adorata, mia Coscienza per antonomasia, mio specchio e mio opposto, mia pietra di paragone e mio modello, diversa come il bianco dal nero eppure indispensabile come il giorno alla notte, avvocato giudice e giuria, pubblico e critica, spalla comica e spalla su cui piangere, e potrei continuare quasi all'infinito ma insomma, per farla breve:


Buon compleanno, anche se in ritardo, con tutto l'amore di cui una sorella è capace.


2 commenti:

Anonimo ha detto...

sono quasi commossa..anche le coscienza hanno un cuore..

Effe ha detto...

D'altronde sono o no la sorella migliore degli ultimi 150 anni? :D