lunedì 7 febbraio 2011

Neon burning up above



Non c'è niente come un week-end di sole per tirare su il morale più basso.
Venerdì mi sentivo proprio "bleah" ed ero convinta di stare per soccombere a qualche virus gastroenterico che sta mietendo vittime intorno, e molto vicino, a me. Ero altresì convinta, visto che mi sentivo sfigata,  che sarei stata malissimo tutto il fine settimana per essere poi perfettamente in forma il lunedì mattina, giusto in tempo per andare a lavorare.
Ma non volevo soccombere al mio destino, quindi succhiando liquerizie a tutto spiano, sono coraggiosamente andata a prendere la Ballerina e ci siamo impavidamente dirette alla brasserie dove la specialità più rinomata sono le cozze. Ok, sono impavida ma non tanto da prendere la sospirata cocotte di moules à la crème... ho mangiato della carne (un ottimo spezzatino), non volevo sfidare la sorte più di tanto.
Tornata a casa, ho preso un bel plasil, ho aspettato che scendesse e me ne sono andata a dormire serena come non mai.
Sabato mattina stavo molto meglio, il sole splendeva, la temperatura era primaverile. Verso le tre del pomeriggio ho deciso che passare a casa una giornata simile era veramente un peccato e sono andata a fare shopping. Ecco, in effetti avevo solo bisogno di una certa matita per gli occhi, e sono invece uscita da Coin con due collane, un set di bracciali, un anello, due vestiti e un paio di pantaloni. Taglia 42. Sono stata così orgogliosa di entrarci che il sole sembrava splendere ancora più radioso.Non importa che io abbia il fortissimo sospetto che l'etichetta sia sbagliata.
Per la sera il programma prevedeva una festa a sorpresa organizzata dal Grigliatore Massimo Decimo Meridio in onore del compleanno della Principessa.
Sono felice di esserci andata per vari motivi. Il primo, naturalmente, è stato il piacere di festeggiare insieme e ricambiare la loro presenza al mio compleanno. Ma c'è un secondo motivo più personale : tra tutte le persone presenti non c'era nessuno che conoscessi veramente bene, alcuni li avevo visti una volta sola, alcuni addirittura mai. La dodicenne timida dentro di me era terrorizzata di buttarsi nella mischia, terrorizzata di finire seduta sola in un angolino a fare tappezzeria. Si sa, la fortuna aiuta gli audaci, e sono stata premiata. Sulle persone che già conoscevo non avevo dubbi, sono persone veramente carine, ma anche gli altri invitati erano tutti molto socievoli e mi sono trovata subito a mio agio. La torta era deliziosa, la sorpresa è riuscita bene e la serata è volata via rapidamente, come sempre quando ci si diverte.
Così, dopo una domenica tranquilla in cui mi sono dedicata al riposo e alle pulizie di casa, sono pronta a iniziare la settimana. Il sole continua a splendere, il lavoro non è particolarmente oneroso, la temperatura è piacevole.
E poi quando Paola Maugeri alle 8.30 del mattino ti mette i Dire Straits, la giornata inizia proprio bene.


Nessun commento: