giovedì 18 febbraio 2010

Improvvisa primavera all'orizzonte

Stamattina mi sono lavata i capelli.
Certo, questa non è una gran notizia, è un'operazione che faccio piuttosto spesso. 
Chi mi conosce sa che i capelli rappresentano una gran parte della mia figura, sembro un misto tra la cugina sfigata di Afef e Caparezza. Ma senza il pizzetto.

Allora, dicevo, mi sono lavata i capelli, e non posso descrivere a parole quanti ne ho lasciati nella spazzola, sembrava un parrucchino... al punto che lì per lì mi sono preoccupata di diventare la cugina sfigata di Sinead O'Connor.
Razionalizzando, però, ed escludendo un caso di alopecia fulminante, la quantità di capelli che sto perdendo può voler dire solo una cosa: è iniziato il cambio di stagione.
Lo so. I meteorologi hanno già detto che fino ad aprile inoltrato possiamo scordarci il clima mite, il sole, gli uccellini che cantano eccetera eccetera.
Ma i meteorologi avevano anche detto, a settembre, che l'inverno 2009-2010 sarebbe stato da maglioncino. Da giacchetta. Inutile dire che hanno lievissimamente cannato.
E inutile dire che mi fido molto di più dei segnali che mi mandano i miei capelli che non di asettiche statistiche e formule matematiche.
Inoltre, la mia tesi di una primavera incipiente èavvalorata da un lieve chiarore che ancora si nota alle 6 di sera.
Altro segnale a sostegno: stanotte ho dormito 8 ore filate ma mi sento come se uno schiacciasassi mi fosse passato addosso per tutte le 8 ore.
Altro segnale, e questo è di gran lunga il più preoccupante: quando sta per iniziare la primavera e per tutta la durata della stessa sono inquieta e mi sento le farfalle nello stomaco. Come quando si è innamorati. Infatti di solito mi innamoro con una media di 5-6 volte al giorno; e questa non è una minaccia, solo un avvertimento.
Vi terrò aggiornati sullo stato del mio stomaco, sperando che non si tratti di una volgare influenza intestinale.

3 commenti:

CC ha detto...

No, direi che i tuoi segnali non sbagliano: l'altro ieri T = -4 °C; oggi T = +11 °C!
E quanto all'innamoramento plurimo giornaliero, forse sarebbe meglio l'influenza intestinale... :-)

Effe ha detto...

Detto, fatto.. E' influenza intestinale! Sto male malissimooo!

CC ha detto...

Ecco, adesso si inizierà a dire che sono una menagramo... beh, continuo a sostenere che sia meglio cosi'. E vedi il lato positivo: almeno ti trovi a casa tua, tranquilla, e non in luoghi inappropriati, magari a svariati metri da terra, tanto per dire ;-)