sabato 3 aprile 2010

Gente del Nord

Ieri sera sono andata a cena con non una, ma ben due Nothern Babies. La seconda era amica della prima, ovviamente, in visita per Pasqua in Italia.
Oltre a provare un ristorante vicino a casa dove abbiamo mangiato molto bene, e dove le porzioni non sono nemmeno così risicate, nonostante previsioni allarmanti, ho potuto ampliare le mie conoscenze di una cultura diversa dalla mia, che è sempre molto interessante.
Ovviamente ci sono differenze. Però in realtà non sono così insormontabili. Almeno per me, ma è anche vero che io sono un po' atipica come italiana.
Comunque, ho scoperto che il cibo non riveste un ruolo centrale nella vita solo per noi italiani; rivestirebbe un ruolo centrale anche per tutti gli altri, se solo le rispettive cucine nazionali fossero così buone. Non voglio fare del campanilismo, non conosco la cucina Finlandese, ma riporto esattamente quanto mi è stato detto dalle mie convitate, anche se sono certa che quando andrò in Finlandia a trovare la mia amica e potrò assaggiare le specialità locali, mi piaceranno.
A parte questo, e a parte l'ottimo Vermentino di Gallura che abbiamo bevuto, dopo cena siamo andate al solito locale. Essendo la città svuotata per le vacanze pasquali, il posto era praticamente tutto per noi, e siamo state coccolate come meritiamo.

Nessun commento: