lunedì 10 maggio 2010

La grigliata di compleanno più un mese

Ce l'hanno fatta. Le nostre eroine ce l'hanno fatta.
Premessa.
Le nostre eroine, che chiameremo B&B (ovvero, la Ballerina n° 1 e la Ballerina n° 2), avevano organizzato una bellissima grigliata, in un bellissimo posto, per festeggiare i rispettivi compleanni.
La data prescelta era il 25 aprile.
Ora. I meteorologi erano tutti concordi nell'affermare che il 25 aprile il tempo sarebbe stato orribile e piovoso, praticamente invernale. Non avendo la possibiltà di stare all'interno della sala, le nostre eroine hanno deciso di rimandare. Non starò a ricordare a tutti che poi in effetti il tempo è stato caldo e soleggiato come non mai, e che non c'è più stata una giornata così calda e soleggiata da allora in poi. E non starò a lamentarmi come i vecchi dell'insipienza dei cosiddetti esperti.

In ogni caso, la nuova data prescelta era ieri 9 maggio. Siamo anche stati piuttosto fortunati, alla fine il tempo ha iniziato a fare schifo solo a fine giornata, il che, rispetto a tutta la scorsa settimana, è già un grosso passo avanti.
Mi spiace per chi non c'era, perché è stata una giornata davvero divertente.
In primo luogo c'era un bel gruppo di pugliesi. Mi sto rendendo conto che sono indispensabili per le feste, almeno quanto il vino. Sono quelli che fanno casino, che ti fanno divertire e che coinvolgono. A parte il fatto che ne considero alcuni dei veri amici, il che non guasta.
C'erano anche un po' di milanesi veri, e in effetti mi pare che fossero stranamente in maggioranza; mi sa che eravamo in una riserva, non ne ho mai visti così tanti in una volta sola.
C'era una buona quantità di cibo vario e di carne da grigliare.
C'era la giusta quantità di birra e vino.
C'era un eroe che ha grigliato indefessamente tutto il giorno, e per il suo eroismo è stato ribattezzato Massimo Decimo Meridio, e acclamato dalla folla come Ispanico.
C'erano molte persone simpatiche che cercavano di interagire con tutti.
C'erano forse un po' troppi interisti, ma in fondo sono simpatici anche loro.
C'era un motociclista, che, coraggioso come tutti i motociclisti, era in moto nonostante il clima.
C'era un cane che l'Ispanico stava quasi per mettere sulla griglia.
C'era troppo mirto. Era fresco, buono, andava giù che era un piacere. E ho scoperto che il massimo che posso berne sono 2 bicchieri, non di più. Se no inizia a girare tutto. Inutile dire che l'ho scoperto a mie spese.
E per fortuna c'era anche il Sarto ieri. Ma lo dovrei ribattezzare il Santo, visto che mi ha tenuto compagnia e mi ha versato ettolitri d'acqua per aiutarmi a superare il momento peggiore della ciucca


PS.: un ringraziamento anche allo sponsor della giornata, noto marchio di birra che inizia per B.

Nessun commento: